Preparare Insalate gustose: trucchi ed errori

Le insalate sono le regine dell'estate, ma sono ottime tutto l'anno. Sono un piatto fresco e molto veloce da preparare, che potrete arricchire con ingredienti diversi a seconda dei vostri gusti e delle stagioni per variare sempre i vostri piatti. Comepreparare delle insalate davvero gustose, ricche e salutari? Ecco alcuni consigli utili e gli errori più comuni da evitare per ottenere un'insalata perfetta.

 

ERRORI DA EVITARE

 

1) Risciacquare l'insalata di fretta

Alcune persone risciacquano semplicemente le foglie di insalata sotto l'acqua corrente del rubinetto, con il rischio di non rimuovere bene eventuali residui di terra. Soprattutto se si tratta di insalata raccolta direttamente dall'orto, meglio lavarla con più accuratezza, magari immergendola brevemente in una ciotola d'acqua. Controllate sempre bene anche l'insalata acquistata prima di iniziare la preparazione.

 

2) Non asciugare bene le foglie

Non c'è niente di poco gustoso come un'insalata tutta bagnata e umidiccia. Asciugate bene le foglie di lattuga e delle altre verdure scelte magari utilizzando la centrifuga per insalate. Qualora non aveste in cucina questo prezioso strumento, provare questo trucco : prendete un sacchetto di plastica con dentro tovaglioli di carta, gettare le foglie verdi, annodare la busta, prendetela per le maniglie e fategli fare un paio di bei giri per aria in modo che i tovaglioli presenti assorbano l'acqua in eccesso.Il consiglio vale sia per le insalate da gustare al momento, sia per le foglie che conserverete in frigorifero. Se saranno ben asciutte, si manterranno intatte più a lungo. Un insalata asciugata bene vi permette di ottenere un piatto più croccante e gustoso. Inoltre sarà più semplice condirla. 

 

3) Eccedere con il sale

Le insalate sono dei piatti salutari che permettono di arricchire la vostra alimentazione di verdure e di ortaggi di stagione il più possibile crudi e intatti dal punto di vista nutrizionale. Ma aggiungere alle vostre insalate sale da cucina in eccesso non fa di certo bene all'organismo. Piuttosto, meglio utilizzare del sale marino integrale o del sale rosa dell'Himalaya, o ancora del gomasio. Potete anche insaporire la vostra insalata con gli altri condimenti - olio, succo di agrumi, pepe, spezie - prima di decidere quanto sale aggiungere. Assaggiate e regolatevi di conseguenza.

 

4) Mescolare con troppa energia

Cercate di non mescolare le vostre insalate con troppa energia. Il piatto deve presentarsi con un aspetto leggero e invitante, anche se contiene ortaggi e salse cremose. Quindi potreste provare a versare i condimenti ai lati della ciotola per poi aggiungere l'insalata e mescolare con molta delicatezza, servendovi di posate e di utensili leggeri per distribuire bene il tutto in modo omogeneo.

 

5) Unire gli ingredienti tutti insieme

Non versate tutti insieme gli ingredienti nella vostra ciotola per l'insalata. Cercate didistribuirli poco alla volta, poiché alcuni - come la frutta secca, i semi, i piselli, i ceci e i pomodori - tendono ad accumularsi verso il fondo. Quindi magari aggiungete una parte degli ingredienti più pesanti soltanto all'ultimo momento, prima di servire. Da ultimo, dopo aver mescolato l'insalata con il condimento, unite le erbe aromatiche, ad esempio foglioline di basilico o di prezzemolo fresco.

 

Consigli utili per insalate più gustose

 

6) Germogli

Se volete arricchire le vostre insalate di alimenti vivi scegliete i germogli, che potrete preparare in casa con o senza il germogliatore. Per i germogli più piccoli, infatti, basta un semplice barattolo di vetro. Potrete scegliere tra germogli di crescione, miglio, amaranto, erba medica, senape, fagioli mung, fagioli azuki, ceci, lenticchie e tanto altro ancora.

 

7) Verdure a foglia verde scuro

Quante verdure a foglia verde scuro consumiamo ogni giorno? Probabilmente davvero poche. Ecco che allora la preparazione delle insalate diventa un momento importante per arricchire la propria dieta con alcuni alimenti trascurati, ma davvero ricchi di vitamine e sali minerali preziosi per la salute, sostanze che si mantengono intatte allo stato crudo. Allora via libera a tutte le verdure più ricche di clorofilla, che riconoscerete dal colore scuro e brillante delle foglie: rucola, songino (valerianella), scarola, foglie di tarassaco, cavolo nero (o cavolo a foglia lunga), spinaci, radicchi, lattughe e cicorie.

 

8) Olio extravergine di oliva

Il condimento migliore che abbiamo a disposizione per le nostre insalate è l'. Ma se volete arricchire i vostri piatti di insalata di grassi buoni e utili al nostro corpo per avere a disposizione gli Omega 3, servitevi anche di olio di semi di lino e di olio di sesamo, sempre bio e spremuti a freddo.

 

9) Succo di limone

Uno dei condimenti più classici per l'insalata è un'emulsione ottenuta mescolando vigorosamente olio extravergine e succo di limone in parti uguali. Il succo di limone appena spremuto è molto prezioso da aggiungere alle vostre insalate, perché contiene vitamina C e aiuta l'organismo ad assorbire meglio il ferro contenuto nei vegetali.

 

10) Cereali integrali e legumi

Chi desidera preparare un'insalata sostanziosa, magari da gustare come piatto unico, potrà arricchirla con dei cereali integrali e/o con dei legumi lessati. Ricordate di preferire cereali in chicco di provenienza biologica e di variare molto la scelta. Quindi non soltanto riso o grano, ma anche mais biologico, farro, avena e orzo.

 

11) Semi della salute

Le insalate preparate in casa sono un'ottima occasione per arricchire la nostra alimentazione dei numerosi semi benefici per la salute. Potrete aggiungere alle vostre insalate dei semi di lino tritati, ma anche semi di zucca, semi di papavero, semi di chia, semi di canapa e gli ottimi semi di girasole. L'importante è scegliere il più possibile semi non salati e possibilmente non tostati.
  

12) Bilanciare sapori e consistenze
Cercate di bilanciare sempre bene i sapori e le consistenze delle vostre insalate, anche per quanto riguarda i condimenti. Ad esempio, per delle insalate cremose ma comunque salutari, potrete utilizzare polpa di avocado frullata, crema di mandorle o crema di sesamo per arricchirle in sostituzione delle salse per insalata comunemente in vendita. Date alla vostra insalata anche un tocco croccante, ad esempio aggiungendo della frutta secca, come pistacchi, noci e pinoli.

 

13) Verdure di stagione

Quando preparate le vostre insalate, cercate di rispettare il più possibile lastagionalità degli ingredienti e per quanto possibile scegliete prodotti di provenienza locale. In questo modo la vostra alimentazione seguirà il ritmo delle stagioni e, soprattutto, non vi annoierete poiché da un mese all'altro le vostre insalate saranno sempre diverse.

 

14) Dare spazio ai fiori edibili

Le insalate sono il piatto perfetto per dare spazio ai fiori edibili. I più comuni che potrete trovare nel vostro orto durante l'estate sono i fiori di zucca, che potrete unire tranquillamente a crudo alle vostre insalate. Altri fiori commestibili sono calendula, primule, tagete, nasturzio, viola del pensiero, begonia, camomilla, rose, garofani, gerani e lillà-

 

15) Aggiungere della frutta

La scelta di aggiungere della frutta alle vostre insalate può dipendere molto dai gusti personali. Ma potrete fare qualche esperimento con i piatti più delicati. Ad esempio, in autunno e in inverno potrete arricchirle con dei chicchi di melograno e con del succo d'arancia, che si abbinano bene al radicchio e al cavolo rosso. In estate provate ad aggiungere qualche mirtillo all'insalata di lattuga, carote e cetrioli. Mentre tutto l'anno provate ad arricchire le vostre insalate con qualche fettina di mela.


Marta Albè


SEGUICI SU FACEBOOK!!!

Nessun commento: