Abbassare la febbre e curare l’influenza con rimedi assolutamente naturali è possibile.Ecco come

Ricorrere a tachipirina o aspirina non appena la febbre supera i 37°-37,5° è esagerato.Usa i”metodi della nonna”,sono efficienti e non fanno male.Ecco quali

Prima di parlare di come abbassare la febbre, vediamo di capire cosa è la febbre.
La febbre è l’aumento della temperatura oltre i valori che vengono ritenuti normali tra i 36°-37°; esprime la reazione difensiva di un organismo e segnala un’infiammazione.
Segnala dunque una malattia,senza esserlo.
La febbre è un’alterazione termica delle viscere, per contrastare questa alterazione il corpo reagisce con la febbre cutanea e la sudorazione.
La sudorazione oltre a favorire l’eliminazione di tossine, mantiene costante la temperatura corporea, fa in modo che il corpo non si scaldi troppo. L’acqua eliminata attraverso il sudore evapora e raffredda il corpo, per questo durante le malattie febbrili è molto importante idratarsi.
La febbre diventa pericolosa quando nel giro di poco tempo sale rapidamente, nel bambino per esempio quando la febbre nel giro di 35/40 minuti passa da 37° a 40°, è necessario intervenire consultando il medico perché c’è il rischio delle convulsioni. Le convulsioni infatti non sono solo legate all’aumento della temperatura, ma anche alla rapidità di salita o di discesa della stessa. La febbre alta è una caratteristica dell’età infantile.
Nelle persone adulte o negli anziani, la febbre più preoccupante è quella interna o bassa, che non si riesce facilmente ad individuare. Spesso indica che l’organismo non è in grado di rispondere all’infiammazione . Sulla febbre ci sarebbe molto da dire,non volendo entrare in quella che è competenza medica ho elencato semplicemente alcune nozioni, in ogni caso quando c’è febbre è bene consultare il medico per conoscerne la causa.
Molti ritengono che la febbre sia un fatto positivo e per questo motivo non andrebbe abbassata rapidamente, ma controllata rinfrescando l’organismo con liquidi, favorendo così anche l’eliminazione di tossine.

17 modi naturali per abbassare la febbre

In commercio esistono moltissimi preparati da utilizzare nelle malattie febbrili per abbassare la febbre,di seguito alcune indicazioni con rimedi casalinghi e non che possono essere di aiuto :
  1. Aceto e acqua in parti uguali, spugnature sui polsi, sulla fronte e sulle caviglie.
  2. Spugnature a freddo su polsi, polpacci e caviglie, le spugnature sono da rinnovare ogni 10 minuti.
  3. Borsa del ghiaccio sulla testa.
  4. Impacco di argilla sull’addome, anche per tutta la notte (da non fare durante le mestruazioni).
  5. Tisane: fiori di camomilla, eucalipto, spirea, salice, sambuco, tiglio, zenzero, timo, genziana, lavanda, malva.
  6. Acqua d’orzo: 4 cucchiai di orzo mondo in due litri di acqua, insieme a due mele tagliate a spicchi, 8 chiodi garofano, 1 pezzetto di cannella. Bollire per circa 45 minuti, filtrare e bere durante la giornata.
  7. Succo di arancia e limone con acqua calda.
  8. Una mela tagliata a fette, con succo di mezzo limone, un cucchiaio di melissa, un pezzetto di cannella e due cucchiai di miele. Versarvi sopra mezzo litro di acqua bollente, in infusione per 20 minuti, filtrare e bere.
  9. Decotto di rosmarino (da evitare se si ha pressione alta). Far bollire per due minuti 30 g di rosmarino in mezzo litro di acqua. Lasciar in infusione 10 minuti, addolcire con miele e bere.
  10. Ribes nigrum per l’azione antinfiammatoria, 50 gocce ogni tre ore + alnus glutinosa 50 gocce ogni tre ore. anche insieme.
  11. Echinacea per il sistema immunitario, 30 gocce tre volte al giorno.
  12. Manganese /rame in oligoelemento. Una fiala al giorno.
  13. Tintura madre di genziana, ad azione febbrifuga, 40 gocce due/tre volte al giorno.
  14. Importante è l’assunzione di vit. A,B,C.
  15. Tisane depurative per favorire l’eliminazione di tossine.
  16. Clistere di camomilla, sempre per espellere tossine.
  17. Da non dimenticare una sana alimentazione, ricca di frutta, verdura e cibi digeribili.
Abbassare la febbre diventa importante quando vengono superati i 39 C°, in molti altri casi invece, meglio lasciare che la febbre segua il suo iter naturale, senza intervenire.
Di Anna Bononcini

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...