ATTENZIONE ALLE CREME SOLARI! IL 73 % RISULTANO INEFFICIENTI E CONTENGONO INGREDIENTI PREOCCUPANTI

Il 73% delle protezioni solari non funziona come dovrebbe. E’ questo l’allarme lanciato dall’11esima edizione della guida sulle creme solari stilata dal Environmental Working Group’s (EWG), gruppo di lavoro ambientale americano che ha testato l’efficacia di oltre 1400 prodotti.


Quando spalmiamo sulla nostra pelle o su quella dei nostri figli una crema solare lo facciamo convinti di proteggere al meglio la salute. Il fatto è che, come avverte l’EWG, non tutti i prodotti sono realizzati alla stessa maniera. Secondo la guida 2017 del gruppo di lavoro ambientale, quasi tre quarti dei prodotti analizzati hanno mostrato una protezione contro il sole inferiore a quella dichiarata oppure la presenza di ingredienti potenzialmente pericolosi come l’oxybenzone, un interferente endocrino, e il retinil palmitato, una forma di vitamina A che può danneggiare la pelle.

Non è la prima volta che l’EWG lancia l’allarme sui solari e tutti gli anni il risultato delle loro indagini è più o meno lo stesso. Gli esperti sono convinti che i filtri solari non miglioreranno finché la Food and Drug Administration (FDA) non prenderà una presa di posizione netta, stabilirà regole più forti, riesaminerà i prodotti chimici nocivi e consentirà l’utilizzo di nuovi ingredienti che offrono una maggiore protezione dai raggi UVA.

Secondo l’EWG, i solari con SPF (fattore di protezione solare) elevato (in particolare quelle oltre i 50) in realtà non proteggono molto di più di quelli considerati bassi e sono potenzialmente pericolosi in quanto le persone che li utilizzano hanno un falso senso di sicurezza. Pensano ad esempio di poter stare più tempo al sole magari senza rimettere nuovamente la crema perché convinti che il fattore di protezione alto li proteggerà ugualmente nel lungo periodo.

Tenete presente che la ricerca è stata effettuata sui prodotti disponibili sul mercato americano ma sono presenti anche alcune creme solari vendute nel nostro paese. Provate ad inserire la marca che utilizzate nel motore di ricerca dell’EWG.

Le creme solari per bambini peggiori

Soffermiamoci ora in particolare sulle creme solari per bambini. Quali sono valide e quali invece da evitare?

Queste le creme solari per bambini peggiori secondo la guida EWG:

Banana Boat Kids Continuous Spray Sunscreen, SPF 100
Banana Boat Kids Sunscreen Lotion, SPF 100
Coppertone Foaming Lotion Sunscreen Kids Wacky Foam, SPF 70
Coppertone Sunscreen Continuous Spray Kids, SPF 70
Coppertone Sunscreen Lotion Kids, SPF 70
Coppertone Sunscreen Lotion Water Babies, SPF 70+
Coppertone Sunscreen Stick Kids, SPF 55
Coppertone Sunscreen Stick Water Babies, SPF 55
Coppertone Sunscreen Water Babies Foaming Lotion, SPF 70
CVS Health Children’s Sunstick Sunscreen, SPF 55
Equate Baby Sunscreen Lotion, SPF 70
Neutrogena Pure & Free Baby Sunscreen, SPF 60+
Neutrogena Wet Skin Kids Sunscreen Spray, SPF 70+
Up & Up Kids Sunscreen Sticks, SPF 55
Le creme solari per bambini migliori

La lista delle creme solari per i più piccoli valide e consigliate comprende invece:

Adorable Baby Sunscreen Lotion, SPF 30+
All Good Kid’s Sunscreen, SPF 30
All Terrain KidSport Sunscreen Lotion, SPF 30
Aveeno Baby Continuous Protection Sensitive Skin Lotion Sunscreen, SPF 50
Babytime! by Episencial Sunny Sunscreen, SPF 35
Badger Baby Sunscreen Cream, SPF 30
Bare Republic Baby Mineral Sunscreen Lotion, SPF 50
Blue Lizard Australian Sunscreen Baby, SPF 30+
BurnOut KIDS Sunscreen, SPF 35
California Baby Super Sensitive Sunscreen, SPF 30+
Caribbean Sol Sol Kid Kare, SPF 30
Goddess Garden Organics Baby Natural Sunscreen Lotion, SPF 30
Kiss My Face Organics Kids Sunscreen, SPF 30
Neutrogena Pure & Free Baby Sunscreen, SPF 50
Sunology Natural Sunscreen Kids, SPF 50
Sunumbra Sunkids Natural Sunscreen, SPF 40
ThinkSport Kids Sunscreen, SPF 50+
Tom’s of Maine Baby Sunscreen Lotion, SPF 30
TruKid Sunny Days Sport Sunscreen, SPF 30
Come scegliere una crema solare

Nella sua guida l’EWG fornisce alcuni consigli utili per scegliere al meglio una crema solare.

Anche nel caso delle creme solari leggere l’Inci, ovvero l’elenco degli ingredienti utilizzati, può fare la differenza. Si raccomanda che i solari contengano ossido di zinco, avobenzone e mexoryl sx., che siano effettivamente in crema, abbiano una protezione di ampio spettro (sia UVB che UVA) con una SPF che va da 15 a 50 a seconda delle esigenze e siano resistenti all’acqua.

CREME SOLARI, Cosa evitare

La guida sconsiglia l’utilizzo dei solari in spray in quanto c’è un rischio maggiore che la pelle non sia coperta in maniera uniforme dalla protezione e vi è la possibilità di inalare inavvertitamente il prodotto.

Per quanto riguarda l’elenco degli ingredienti, invece, si consiglia di evitare i prodotti che contengono: oxybenzone, vitamina A (retinil palmitato) o vi siano aggiunti insetticidi o repellenti. Meglio lasciare sugli scaffali anche le creme solari con un SPF superiore a 50.

Altri consigli utili per proteggersi dal sole

Ricordiamo che le creme solari non sono l’unico sistema per difendersi dal sole. E’ possibile anche:

Indossare abiti che coprano maggiori superfici di pelle
Sostare all’ombra
Indossare occhiali da sole
Indossare cappelli con visiera
Pianificare le attività nelle ore meno calde e assolate della giornata
Non dimenticate che prendere il sole fa bene ma è necessario anche non mettere a rischio la propria salute esponendosi nelle ore più calde o per troppo tempo.

Francesca Biagioli

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...