PIANTE CHE CURANO, PIANTE PROIBITE




Coltivare canapa per salvare i terreni contaminati da radiazione,diossina e metalli pesanti

*****

Josep Pàmies: la cura delle malattie con le piante officinali

Josep Pàmies agricoltore e studioso spagnolo, è uno dei principali membri della “Dulce Revolución”, un associazione no-profit che si occupa di coltivare e diffondere le piante officinali importate da tutto il mondo, ma anche di raccogliere tutte le persone che vogliono condividere le loro esperienze derivanti dall’uso di queste piante.

La dulce revoluciò prende il nome dalla Stevia Rebaudiana, dal suo sapore dolce e dalle sue proprietà medicinali che vengono occultate dagli interessi delle multinazionali.

Con la stevia parte la dolce rivoluzione che andrà a contrastare gli abusi delle lobby farmaceutiche e che permetterà all’umanità di recuperare quel sapere popolare nell’uso delle piante officinali e delle terapie naturali, che per millenni hanno rappresentato la sola ed unica medicina dell’umanità e che purtroppo nell’ultimo secolo sono andate via via scemando, soppiantate dall’uso di sostanze chimiche create in laboratorio, come i farmaci e gli antibiotici, il cui uso porta molto spesso degli effetti collaterali anche molto gravi.

A Balaguer, in Spagna, nella sua serra, oltre alla stevia Josep coltiva moltissime altre piante, che regala alle persone afflitte da patologie gravi e nel caso di alcune piante come la marijuana che ancora oggi è considerata una droga. Josep ci spiega che sta aspettando una denuncia da parte delle autorità in modo tale da poter portare il caso in tribunale…

Josep Pàmies: “Non siamo noi a dover dimostrare che una pianta è benefica, piuttosto ci dimostrino loro i danni che produce, se ne producesse. Se qualcuno ancora non se ne fosse accorto, l’industria farmaceutica produce un arsenale tossico inimmaginabile, semi transgenici, insetticidi, pesticidi, funghicidi ed erbicidi che sono presenti nei nostri alimenti e ci fanno ammalare, inoltre producono medicine che non curano. Per aumentare i profitti un farmaco non deve curare ma deve rendere cronica la malattia, malattie che vengono provocate da queste stesse aziende.”

Sulle piante coltivate da Josep sono stati fatti numerosi studi e ricerche, utilizzando il metodo scentifico ed avvalendosi anche del supporto di medici ed università.

La maggior parte dei medici al giorno d’oggi pensa solo al profitto e non ha interesse a diffondere informazioni che, oltre a fargli perdere i vantaggi che derivano dalla prescrizione di alcuni farmaci, potrebbero anche fargli perdere il posto di lavoro.

Ma sta accadendo che gli stessi medici che vengono colpiti da malattie si rivolgano a Josep come ultima spiaggia. Là dove la chemioterapia, la radioterapia o altri trattamenti invasivi falliscono, l’uso di alcune piante specifiche sta dando speranza a molte persone, visti gli effetti “miracolosi” riportati dai tanti testimoni sul sito della dulce rivoluciò.

“Le cose stanno cambiando” dichiara Josep: “molte persone si rivolgono a me proprio perchè gliel’ha consigliato il medico. Anche se quest’ultimo non può manifestarlo apertamente, per paura di giocarsi il titolo o di perdere il posto.”

L’associazione la dulce rivoluciò si sta espandendo a macchia d’olio e già sono presenti varie filiali nelle città più importanti della Spagna. Le piante trattate da Josep provengono da tutto il mondo e hanno già curato, o ridotto i dolori provocati da malattie gravi come il diabete, la sclerosi multipla, il cancro, il parkinson e l’alzheimer.

“Non stiamo facendo chiacchiere, ma lo stiamo dimostrando ogni giorno, con dati scientifici alla mano e con testimonianze reali di persone guarite.”

Ma Josep Pàmies non solo illustra le proprietà benefiche di una pianta, studia e diffonde informazioni su come coltivarla a casa propria, su come farla riprodurre e su come utilizzarla.

La situazione che si è creata è paradossale. Le forze dell’ordine non prendono iniziative per paura della risposta sociale, ma anzi, una volta hanno collaborato con Josep, portandogli piante di marijuana che erano state sequestrate. Questa storia la puoi leggere su questo articolo (in spagnolo).

Qui non si tratta di dare false speranze alla gente, si tratta di stimolare la società a fare le proprie ricerche. Investigate da soli, cercate in un motore di ricerca qualsiasi, il nome scientifico delle piante proposte da Josep Pàmies e guardate voi stessi gli studi scientifici che sono stati fatti. Controllate voi stessi le proprietà straordinarie che hanno queste piante e vi accorgerete presto da che parte stanno le bugie.


SEGUICI SU FACEBOOK!!!

Nessun commento: